• Eralda

Polline d'Api: proprietà, benefici, come e quando usarlo e controindicazioni.

Aggiornato il: 18 dic 2019

Ogni singolo granulo di polline racchiude tutti gli elementi necessari alla vita: proteine, vitamine, amminoacidi, carboidrati, grassi, sali minerali, enzimi ed ormoni, presenti in proporzioni diverse in base al fiore dal quale originano.


Che cos'è il polline?


Il polline è una polvere presente nei fiori che costituisce la materia fecondante dei fiori. Le api specializzate nella raccolta del polline si caricano adosso questa polverina e volando di fiore in fiore si "ripuliscono" via il polline dal capo e dal corpo raggruppando e impastando il polline con nettare, fino alla formazione di pallottole di forma quasi sferica trasferite in apposite "cestelle" (simili a piccole borse) situate sulle zampette posteriori (ogni pallottolina pesa in media 7 mg).

Mediamente si calcola che un ape impieghi da 5 a 15 min per completare un carico di polline e che in una giornata compia una ventina di viaggi per un totale di circa 300 grmmi di polline al giorno.


Proprietà e benefici del polline:

  • Dopo qualche giorno di regolare somministrazione nelle persone, si contasta un aumento dell'appetito e del metabolismo in generale.

  • Ottimo ricostituente generale sopratutto nei casi di magrezza ostinata, anoressia; nel contempo non fa ingrassare l'individuo normale perchè l'aumento dell'appetito è controbilanciato dall'aumento dell'metabolismo.

  • Migliora le costipazioni più ribelle che le diarree più tenaci avendo un'azione polivalente al livello intestinale.

  • Consigliato alle persone anemiche migliorando la sintomatologia generale provocando un aumento del numero dei globuli rossi e del tasso di emoglobina.

  • Grazie alla presenza dei flavonoidi ed in particolare la rutina rinforza e stabilizza la resistenza capillare e migliorà in generale la funzionalità vascolare, combattono la formazione dei radicali liberi prevenendo alcuni disturbi che si instaurano con l'età donando dinamismo.

  • Ha azione epatoprotettive.

  • Combatte i disturbi dell'ipertrofia prostatica.

  • Ha azione favorevole contro i processi di aterosclerosi.

  • Agisce sulla sfera sessuale e sullo stato psichico provocando un miglioramento dell'umore,una notevole sensazione di benessere, un netto miglioramento del rendimento intelletuale ed una maggior resistenza allo sforzo fisico e psichico.

Come e quando usarlo?

  • La sua assunzione è consigliata al mattino, a digiuno. Può essere assunto allo stato naturale da solo o mescolato al miele grezzo biologico di Storie di mieli, burro, marmellata o disciolto in bevande tiepide.

  • La quantità consigliata è di circa 20 grammi al giorno per un adulto ( un cucchiaio da minestra) e 10 grammi per un bambino ( un cucchiaino da caffè). Per le persone affaticate e particolarmente bisognose la quantità può aumentare fino a 30 grammi.

  • E' buona norma continuare l'uso per 20-30 giorni rinnovandolo lungo l'anno, specialmente al cambio di stagione e comunque quando se ne sente necessità.


Sono possibili allergie o controindicazioni al polline?

  • Chi soffre di insufficienza renale prima di consumare il polline dovrà consultare il proprio medico.

  • Il polline è controindicato nei soggetti allergici, a cui potrebbe arrecare disturbi severi anche se ingerito senza essere inalato, nel caso sia derivato da piante verso cui si siano ormai sviluppate forme di sensibilizzazione o allergia conclamata.

  • I pollini raccolti dalle api  non sono quelli trasportati dal vento, come quelli di conifere o graminacee, e che danno di solito origine a manifestazioni allergiche respiratorie. Le piante che hanno scelto le api come strategia di disseminazione producono un polline privo di allergene, ma molto ricco di micronutrienti dai benefici effetti.( Fonte: Le Api di Alberto Contessi)


#polline #pollinediapi #pollinebiologico #api #mielebiologico





108 visualizzazioni

© 2019 Storie di Mieli | P.IVA 03016490363